Proctology.it

Dott. Alfredo Giordano - Chirurgo generale - Colo-proctologo

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

Anoscopia

E-mail Stampa PDF

L'anoscopia/ proctoscopia

L'anoscopia consiste nella visualizzazione diretta della mucosa ano-rettale mediante l'introduzione nel canale anale dell' anoscopio , piccolo strumento in plastica, monouso, di forma conica, autoilluminante. In alcuni casi, quando si voglia visualizzare una quota maggiore di mucosa, si adopera il proctoscopio , che differisce per la lunghezza, leggermente maggiore, dello strumento. Lo stesso valga per il rettoscopio , di lunghezza ancora maggiore e poco tollerato dalla maggior parte dei pazienti, tanto che taluni proctologi bypassano tale strumento e si affidano direttamente all'esame immediatamente superiore, la Colonscopia , che eseguita in un secondo momento e dopo preparazione intestinale, ci fornisce sicuramente maggiore accuratezza diagnostica.

Nella donna non andrebbe mai omesso un controllo uro-ginecologico, al fine di valutare la presenza di prolasso uterino o vescicale. Tali patologie devono necessariamente essere evidenziate pre-operatoriamente ai fini della buona riuscita dell'intervento e/o per evitare complicanze. Il controllo può essere effettuato anche dal chirurgo proctologo, al fine di valutare il pavimento pelvico nel suo complesso.

 

Anoscopio autoilluminante monouso.